precedente prossimo
 
indietro

Orgatec 2016 25-29 ottobre 2016

Lapalma presenta a Orgatec il risultato di un percorso che ha portato il brand a esplorare nuovi scenari progettuali, muovendosi sul labile confine tra casa e ufficio.

La sensibile comprensione di un nuovo modo di vivere gli spazi di lavoro, la competenza tecnica e la profonda conoscenza delle specificità di questo settore, ha orientato Lapalma verso soluzioni e prodotti connotati da una forte trasversalità, pronti a personalizzare aree break e ambienti lounge, così come a reinterpretare le più classiche scrivanie o spazi di incontro.

É il cosiddetto light office, ambito primariamente sondato con ADD, il sistema versatile di sedute componibili firmato da Francesco Rota - recentemente premiato con il Red Dot Award e la Menzione d’Onore Compasso d’Oro - che Lapalma ha presentato al Salone del Mobile anche in una inedita  declinazione tavolo. 
 
Composto da una base - con telaio formato da profili in alluminio estruso, uniti tramite piastre sempre in alluminio e con cinghie elastiche per il massimo comfort - sulla quale si possono inserire piani, schienali, sedute e vari accessori, ADD dà vita a infinite proposte, dal classico divanetto due posti fino a composizioni a S o perfino circolari, che interpretano le 
molteplici esigenze degli spazi contract.
 
In occasione di Orgatec il sistema si amplia ulteriormente con l’aggiunta di elementi contenitori. Una proposta che integra la collezione e moltiplica le possibilità fino ad offrire, in combinazione con prodotti nati per il light office come il pouf Kipu, i tavolini Jey e YO, i pannelli divisori Screen e con altri “evergreen” firmati Lapalma, un vero e proprio “total look” per l’ufficio.
 
Sui 400 mq dello stand disegnato da Francesco Rota, Direttore Artistico del marchio, vanno in scena differenti modi di vivere e interpretare l’ufficio: dalla più classica area operativa, dove sedute e contenitori formano un continuum che accoglie più postazioni, a isole private con piano di lavoro e seduta executive fino a aree meeting e zone comuni, dove la base ADD accoglie il solo mobile - nelle varianti cassettiera o contenitore, con anta a ribalta o aperto a giorno.
 
Il sistema permette la più libera composizione e personalizzazione. Le ante del mobile contenitore possono essere rivestite in svariati materiali, consentendo di creare inediti “total look”, abbinando il rivestimento del mobile contenitore con quello del cuscino seduta ADD, o del pannello divisore Screen. Quest’ultimo,  presentato a Orgatec in una versione che scommette sulla matericità, diventa un vero e proprio elemento d’arredo, per ricreare in spazi comuni o domestici un angolo d’intimità.